Equilibrio di Lune

“Equilibrio di Lune”
03/10/1996

… … E fu così, come per incanto,
Luna calante … …
… … … …
… … Tu mi vuoi così,
utile discepolo,
forte con gli scaltri,
umile con gli altri,
semplice da me,
docile con te … …
… … … …
… … Ma la mia è così, come io mi sento,
Luna crescente … …
… … … …
… … Io voglio così,
libero nel cuore,
sempre nelle scelte,
scelgo mete alte.
Muoio con ardore?
Libero nel cuore … …
… … … …
… … E se la verità è così, sol nelle scelte,
Luna crescente, Luna calante
dico sul serio, siete un po’ tante!
Naturalezza, tranquillità,
santa fortezza la felicità … …
… … … …
… … Ferma così, solo un istante,
Luna che sei tra crescente e calante:
ti sei mai chiesta
tra chi prende e chi riceve,
tra chi dona e chi vive,
mia dolce Luna, o chi ti scrive,
dove si trovi la lancia in resta?
Questa è da parte di chi ha più modestia … …
… … … …
… … Così se la vita ci fa entrambi Re
dimmi, l’amore allora dov’è? … …
… … … …
… … Luna calante, o chi per lei,
fosse che fossero pur fatti miei,
o di chi dice
che della vita sa pur la radice:
prosa, lettura, amore e poesia
erano fissi in casa mia … …
… … … …
… … Luna crescente si trova così,
dentro un lavoro che non è più lì
manca qualcosa nel nostro Universo
forse per questo il cielo è ancora terso …
… … … …
… … Un Equilibro di Lune … …

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *